Attività
Utente: Password: Ricordami
Torna

Babilonia: la festa studentesca

Logo BabiloniaNata nel 1994 come Meeting Party, Babilonia è l’evento che raccoglie ogni maggio oltre tremila studenti degli Istituti Superiori di Brescia e Provincia, uniti in una grande festa di divertimento e solidarietà.

Le finalità della festa sono:


1. Promozione del protagonismo giovanile.

Babilonia si caratterizza soprattutto perché è una festa organizzata dai ragazzi per i ragazzi.
Infatti i rappresentanti d’Istituto delle Scuole partecipanti, i membri della Consulta Provinciale Studentesca ed altri numerosi volontari vengono chiamati a collaborare sia alla fase progettuale che a quella gestionale dell’iniziativa.Foto Babilonia

Babilonia vuole essere un’opportunità per i ragazzi di dare espressione alla propria creatività e voglia di mettersi in gioco, sperimentando ruoli di responsabilità, in ambiti di alto profilo etico e morale, finalizzati al benessere sociale.


2. Aggregazione e divertimento.

La proposta di momenti ricreativi e aggregativi è molto ricca:

durante il pomeriggio gli studenti possono cimentarsi in attività sportive (tiro con l’arco, free-climbing, campi di calcetto, basket, pallavolo), ludiche (giochi di ruolo, bisonte meccanico), spazi artistici e creativi ( writing, l’hip-hop dance e palchi aperti per i gruppi giovanili);

la sera spazio ancora alla musica con gruppi e disco-music.


3. Sensibilizzazione all’impegno sociale.

Foto BabiloniaLo sviluppo di una forte sensibilità alle tematiche sociali e di un’ attenzione per il territorio e le sue problematiche, che possa stimolare i ragazzi ad un impegno nel volontariato, viene realizzato attraverso la conoscenza e l’incontro diretto con varie realtà sociali, presenti all’evento con propri stand.

Soprattutto la festa è una grande operazione di found-rising per iniziative di solidarietà.

 

Negli anni sono stati finanziati i progetti:

A.I.D.O, A.I.L., A.D.M.O., Ass. Libera di Don Ciotti, Ass. Imp-sex contro lo sfruttamento della prostituzione, V.I.P. (Vivi In Positivo) per la clown-terapia, progetti di solidarietà per Bosnia (Zavidovici), Burkina Faso (progetto Oasi), per Tanzania (Villaggio della Speranza), Amici di Coccaveglie per l’ospitalità di minori provenienti da Chernobyll , per il Camper Emergenza per l’emarginazione e la campagna tende a cura dell’A.V.S.I.